.
post

NAUFRAGA IL POTERE D'ACQUISTO

contributo inviato da professional consumer il 18 maggio 2016

Naufraga il potere d’acquisto dei Consumatori.

Manca il reddito per sostenere la Domanda. Hanno provato con il debito, è finito tutto in vacca: crisi nera.

Eppure, li vedete i commercianti ed i produttori in attesa, rinvigoriti e speranzosi?

Si è sparsa la voce che il prossimo anno, a seguito della riduzione del costo di petrolio, gas, energia e del debito, le famiglie italiane potranno disporre di 24.000.000.000 di risorse finanziarie aggiuntive da spendere.

Verrà rinvigorito così il potere d’acquisto: alè, di nuovo clienti, baci e abbracci.

C’è di più, se ne parla meno: in sede di Commissione Europea si sta concordando, alla spicciolata, un testo-direttiva per portare gli orari di lavoro settimanale da 45 a 65. Bella no ?

Così si potranno arrabattare incrementi di reddito, buoni per non perdere il vizio di consumare.

Ci risiamo: si tenta di fare le nozze con i fichi secchi; insomma tutto come prima.

Quelli del “potere” miopi come talpe.

Sì, avrò più soldi in tasca ma ,con quell'orario di lavoro, più fatica da smaltire da non avere voglia di andare a zonzo a spendere soldi. Tanto sonno da non riuscire ad abbeverarmi di informazione pubblicitaria vieppiù necessaria per gli acquisti. Mi lascerò anzi intrattenere dalla calde lenzuola; calmerò i prodighi ardori tra le braccia di Morfeo.

Non c'è che dire, un bel guadagno!

Della miopia si è detto e di una dabbenaggine che appare sospetta?

Si continua a ritenere che i Consumatori consumino, consumando reddito, risparmio, tempo; accumulando stress pure inquinando per dare ristoro ai loro Bisogni.

Bisogno?

Quello di ingrassare mangiando, come fanno quei 75.000.000 di americani obesi e non so quanti europei?

Quello di abbigliarsi, vestendo alla moda che passa di moda, scartando più abiti di quanti si riesca ad indossarne?

Ma quale bisogno d'Egitto: provate a chiedere ai pubblicitari e a quelli del marketing cosa ne pensano.

Si deve consumare perché questo il nostro ruolo nel meccanismo economico; questo il modo per generare ricchezza: non possiamo sottrarci.

Operatori di mercato, altro che Consumatori!

Mi sembra del tutto evidente che i meccanismi che si “sperano”, che si ingegnano, che si tenta di disporre, risultano del tutto inadeguati per oliare i meccanismi del sistema: quando cala la Domanda la crisi affonda il mondo.

Credo pertanto debba essere riconsiderato, per intero e senza infingimenti il Valore, la quantità, l'insostituibilità del nostro esercizio.

Il nostro ruolo, la nostra forza e un adeguato ristoro economico, potranno invece garantire la continuità del ciclo della crescita al riparo di ogni stormir di fronde


Mauro Artibani

https://www.facebook.com/133670339996087/photos/a.1032884836741295.1073741825.133670339996087/1032884756741303/?type=1


http://audio.radio24.ilsole24ore.com/radio24_audio/2015/150506-versioneoscar.mp3


commenti:


inserisci un commento


Registrati ora al Cannocchiale per inviare un commento,oppure registrati direttamente al gruppo per partecipare attivamente con i tuoi articoli e post.
Se sei già registrato, effettua prima il login al cannocchiale o al gruppo.


pRESENTAZIONE                            1076 membri
WEuropa è la community del quotidiano Europa. Qui lettori e blogger possono entrare in contatto tra di loro e con la redazione del giornale. Qui il nostro giornale diventa davvero Democratico. Qui puoi far sentire più forte e direttamente la tua voce.

Il sito di EUROPA                           il blog di EUROPA

Apri il tuo blog WEUROPA            Invia un contributo


temi del mese